Un giro a Verona, una mini guida per una gita di un week end

La città di Romeo e Giulietta tra amore, buon cibo e scorci mozzafiato

Buongiorno cari amici,

per il ponte del 25 Aprile sono stata a Verona, in realtà ho pernottato là solo una notte, ma a dire il vero mi è sembrato sufficiente se avete un buon passo e vi piace curiosare come piace a me.

Sono arrivata carica di aspettative, tutti i miei amici che ci erano già stati mi avevano decantato questa città come splendida, pulita, ordinata, una piccola perla vicino al Lago di Garda e quindi mi aspettavo qualcosa di veramente eccezionale.

In realtà a Verona ci ero già stata da piccolina, ma per un motivo abbastanza triste, ero andata a trovare con la mia famiglia un’amica ricoverata all’ospedale pediatrico perché doveva effettuare un’operazione importante. Dopo la visita andammo anche a visitare la città, ma evidentemente ero un po’ scossa dalla visita precedente e non mi ricordavo assolutamente niente.

Gli altri motivi per cui sono passata da Verona sono stati per andare a Gardaland e per andare all’aeroporto, quindi proprio un passaggio forzato.

Ecco invece in questi due giorni, in cui il tempo ci ha graziato fortunatamente ho visto varie cose, non ho visitato i musei, ma ho camminato tanto tanto tanto e vi descriverò i posti che mi hanno più colpita:

1- Arena di Verona. Avere un’arena proprio in centro città non è da tutti e appena arrivati a Verona effettivamente colpisce quest’imponente opera di età romana. Certo, non è il Colosseo, a di Roma ce n’è una sola, e quindi non aspettatevi un’imponenza simile. Ma è davvero d’effetto.

Non ho fatto il giro all’interno perché me lo hanno sconsigliato in parecchi, piuttosto mi riservo di comprare un biglietto per un concerto estivo e godermi un nuovo soggiorno in città per andare a vistare l’interno dell’arena quando c’è una rappresentazione, ne varrà molto di più la pena.

                           Via Mazzini by night – Verona

2- Via Mazzini. La via dello shopping. Con quella sua pavimentazione in marmo che la rende unica, Via Mazzini è decisamente la via più commerciale della città. Se quello che cercate è fare shopping nei vari negozi monomarca del momento (Zara, Intimissimi, Mac Cosmetics tanto per citarne alcuni) allora è la meta giusta per voi. Un po’ troppo affollata e commerciale per i miei gusti, diciamo che deviando qua e là nelle varie traverse è possibile individuare negozi più artigianali o di nicchia e degli scorci incantevoli.

 

3- Piazza delle Erbe. La piazza più bella della città, nonché la più antica che sorge sopra l’area del foro romano. E’ davvero caratteristica con questi palazzi in stile simil veneziano un po’ decadenti, accostati a palazzi sontuosi rivestiti di marmo, piena di bar con tavolini all’aperto ed un delizioso mercato con frutta fresca che fa venire voglia di mangiarsi tutto e poi bere un bello spritz.

Unico neo: il mercato con dei ninnoli di souvernirs inguardabili (il vecchio piatto da regalare alla nonna quando torni dalla vacanza, scusate ma anche no!).

Tra l’altro la sera è piena di vita e giovani che sorseggiano bevute.

4- Casa di Giulietta. A due passi da Piazza Erbe vi è la famosissima quanto falsa (furbi i veronesi è?) Casa di Giulietta. Sarà che io ci sono stata nel bel mezzo di un ponte, ma solo per entrare nella corte interna mi ci sono voluti intensi minuti di spintoni, dopodichè come un Romeo appassionato e carico d’amore volgo lo sguardo in altro in cerca del romanticismo perduto di un tempo e vedo al famoso balcone orde di turisti che aspettano pre affacciarsi e farsi una foto. Che vi devo dire, è il prezzo da pagare per la globalizzazione: turisti sempre, ovunque e comunque. Peccato.

Ho trovato molto più suggestiva l’arcata in pietra per l’ingresso alla corte tutta ricoperta di dichiarazioni d’amore. Suggestivo e commovente vedere suggellare tanti patti d’amore in tante lingue diverse. L’amour toujours

                              Il lucchetti degli innamorati vicino alla casa di Giulietta – Verona

5- Ponte di pietra e Castel San Pietro. Proseguendo il cammino dopo la chiesa di Sant’Anastasia (di cui non siamo andati a vedere l’interno perché avevamo fretta ma di cui mi rammarico) troviamo il Ponte di Pietra, dal quale è possibile avere una splendida visuale del lungo Adige. Si scoprono terrazzini e giardini da sogno e s’invidiano i fortunati proprietari. E’ bene rimanere a rilassarsi un po’ guardando quegli scorci perché dopo c’è la salita che porta al mirador della città, ossia Castel San Pietro. Quest’ultimo offre una vista davvero piena e suggestiva della città, ma l’ho trovato forse il posto più trasandato e forse anche un po’ più sporco rispetto alla pulizia certosina del resto delle strade. Attenzione alla discesa perché il marmo levigato dai migliaia di passi può essere come una buccia di banana se si indossano suole lisce!

6- Duomo e Castel Vecchio. Li ho messi insieme anche se sono abbastanza distanti l’uno dall’altro perché nel giro di ritorno li abbiamo visti di seguito e sono un po’ defilato rispetto al giro centrale vero e proprio. Il Duomo, ossia la La Cattedrale di Santa Maria Matricolare è posizionata in una pizza piccola piccola,

Primo piano di una bevitrice a Verona (hihihi!)
   Primo piano di una bevitrice a Verona (hihihi!)

tanto che poi è una sorpresa vedere questa bellissima facciata bianca che si presenta davanti ai nostri occhi. L’interno è piuttosto buio ma suggestivo (non sono una critica d’arte quindi poche storie!). Gli organi ai lati dell’altare mi hanno impressionato.

Castel Vecchio si raggiunge camminando lungo l’Adige e si vede da lontano ovviamente, la struttura è molto bella, ci avevano anche consigliato di visitare il museo, ma era tardi e non ne abbiamo avuto voglia, avessimo avuto un giorno in più l’avremmo sicuramente fatto.

Che dire, Verona è proprio una città da vedere e da tornarci, abbiamo mangiato bene e soprattutto tipico ad un prezzo onesto per essere il centro, abbiamo bevuto la sera senza dilapidarci ed abbiamo dormito in un b&b in Via Porta Nuova ad un prezzo veramente conveniente considerando il ponte (70 euro per una notte, camera letto matrimoniale, con bagno privato e colazione inclusa).

Sarà la storia di Romeo e Giulietta ma la trovo davvero una città perfetta per un bel week end romantico.

Aspetto i vostri commenti!A presto!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *